Home Arte Treviso è donna

Treviso è donna

1256
0
SHARE

21 APRILE ORE 20:30

TEATRO COMUNALE DI TREVISO

MARIO DEL MONACO

La rassegna vedrà protagoniste le scuole di danza

L’associazione Roma Restyle in collaborazione con l’Assessorato alla partecipazione, politiche giovanili e pari opportunità del Comune di Treviso ha creato un gruppo di lavoro che indefessamente svolge la sua attività di sensibilizzazione da mesi, verso le tematiche legate alla donna e il 21 aprile si raccoglieranno i frutti di questa scelta. Nello staff centrali sono le figure dell’associazione Clap Project che fin da subito hanno sposato l’iniziativa firmata da Roma Restyle e l’assessore Liana Manfio e la sua segreteria, che hanno dato fiducia e concretezza al progetto.

Dopo “Marzo Donna 2018”, calendario ricco di attività, il Comune di Treviso con questo appuntamento presso il Teatro Comunale Mario del Monaco vuole ribadire con decisione la sua apertura verso problematiche che affliggono volti e anime di tante, troppe, donne. Per questo si rendono necessarie azioni e reazioni quali l’ascolto, l’educazione, l’informazione su questo tema.

Il 21 aprile 2018 alle ore 20:30 si svolgerà la Rassegna di danza In punta di Donna. Il presidente di Roma Restyle, Michele Vitiello, precisa che in questa edizione sono previste due sezioni: la rassegna di danza, aperta a tutti i generi, e il Premio coreografico, riservato alla tematica donna e violenza.
“Abbiamo deciso di affiancare alla rassegna, questo premio emozionale – precisa Michele Vitiello – per dare risalto a chi attraverso la danza voglia esprimere senso e contenuto, senza cadere nella retorica, né in un quadro vittimistico, cosa significhi oggi raccontare ciò che purtroppo accade, ogni giorno, a danno di molte, moltissime donne. Alcune hanno il coraggio di reagire, di chiedere aiuto, ma altre restano in silenzio e noi, in qualità di persone civili, sogniamo che questa finestra sull’arte possa aiutare a comunicare il disagio, l’emergenza”.

L’evento ha il patrocinio della Regione del Veneto, Provincia di Treviso; del MIDAS (Maestri Italiani di Danza Sportiva), ACSI Treviso e del sostegno di Generali Italia nello specifico le quattro agenzie di Treviso che hanno aderito con entusiasmo all’idea di essere in prima linea a supportare questa iniziativa.

Mascotte della serata saranno Serena e Speranza, due bamboline con tanto di tutù, realizzate proprio per l’occasione, un passo in più verso la collaborazione fra le arti.
“L’artigianato femminile per noi resta un valore inestimabile – ribadisce Michele Vitiello – che non deve essere sottovalutato, perché la donna oggi più che mai, non è solo: madre e moglie, ma soprattutto una collega, una lavoratrice”.

Sostegno tangibile dell’iniziativa, anche da parte dell’Arma dei Carabinieri, con la partecipazione del Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Treviso, Maggiore Stefano Mazzanti che testimonierà con la sua presenza la vicinanza a questo tipo progetto.

Alessandra Anselmi, Clap Project asd, racconta la sua esperienza: “Ho conosciuto, in maniera fortuita tre anni fa, la rassegna In punta di Donna, e da subito ne sono stata coinvolta come partecipante per l’edizione realizzata a Roma, Teatro Italia. Non si trattava esclusivamente di una vetrina di danza, ma si ballava con l’idea di portare in scena i valori legati alla donna: “Legàmi” è stata la nostra coreografia, a cura di Claudia Ponchia, la nostra scelta vincente – sorride – in tutti i sensi. In qualità di Presidente, supportata dalle mie ragazze, ci siamo dette che era necessario fare l’impossibile per portare questa iniziativa anche a Treviso. Ci siamo riuscite, con l’aiuto dell’amministrazione comunale, della cittadinanza, di tante persone che hanno accettato con entusiasmo il nostro invito a farne parte: fra cui Isola Training Center, Il Centro antiviolenza e il Telefono Rosa di Treviso e Generali Italia”.

“Sono tante le adesioni fra le associazioni e scuole di danza: Alsa Ballet ASD, Dance Project – Spazio Gaja, Fifth, L’Arabesque ASD, Moysicos Ballet Academy, Ouverture Danza, Quarto Movimento, SD Ballet, Centro Danza Area Ballet, Centro Danza Loreo, Centro Studi Danza Riviera del Brenta, Fuori Quota, Nuova Danza, Polisportiva Casier, Chórea Art Studio – sottolinea Claudia Ponchia, insegnante e coreografa del gruppo Clap project – questo conferma che è possibile dare segnali forti dal mondo della danza, attraverso iniziative come questa, che ci arricchiscono nell’ascolto e nell’esercizio.

Sul palco artisti e istituzioni, per un evento indimenticabile. Caratterizza ogni edizione l’estrazione a sorte fra il pubblica in sala, di gioiello con diamante, segno di bellezza, quella indossata dalle donne, ogni giorno. Ad arricchire l’appuntamento, le opere artistiche di Riccardo Cancellieri: artista che dona alle donne le sue forme i suoi colori.

L’appuntamento regolato da accesso libero fino ad esaurimento posti è per sabato 21 aprile presso il Teatro Comunale Mario del Monaco, Corso del Popolo n. 31.

Sarà condotto da Niccolò Carosi.